Come operiamo

Le nostre linee guida

Il nucleo centrale dell'impegno di Abbà è accompagnare bambini e ragazzi abbandonati, o in condizioni economiche particolarmente gravi, a diventare adulti maturi e responsabili.

L'associazione infatti si distingue per un preciso progetto educativo: l'emancipazione da gravissime situazioni di miseria e di ignoranza e lo sviluppo di una coscienza civile improntata ai valori cristiani della persona umana.

L’attività statutaria di Abbà è svolta in collaborazione con partner religiosi e non, che ne condividere finalità e obiettivi operativi assumendosi l’impegno di realizzarli.

Concretamente, il progetto educativo viene attuato attraverso un programma di accompagnamento caratterizzato da:

  • personalizzazione del rapporto con il beneficiario
  • gestione professionale dell’accompagnamento
  • finalizzazione concreta dell’accompagnamento che deve prevedere un supporto anche nel momento dell’inserimento professionale nella società
  • coinvolgimento delle famiglie in quanto fattore di successo del progetto
  • responsabilizzazione dei beneficiari attraverso una costante e progressiva sensibilizzazione volta a ottenere una collaborazione futura alla realizzazione dei progetti di Abbà.

Operativamente, al partner viene chiesto di inviare periodicamente ad Abbà l’elenco aggiornato deli beneficiari (corredato da informazioni sulla vita familiare e personale dei bambini e sui loro progressi scolastici), foto aggiornate degli assistiti, valutazioni generali sulla realizzazione e sugli effetti del progetto educativo Abbà. Al partner viene inoltre chiesto di recapitare ai beneficiari la corrispondenza che i donatori possono eventualmente inviare e spedire ad Abbà la corrispondenza che i bambini desiderano inviare ai propri sostenitori in Italia. Per quanto riguarda la gestione dei fondi inviati, viene richiesto di far giungere periodicamente una scheda di rendicontazione economica, predisposta da Abbà, a cui deve essere allegata una descrizione delle spese di gestione del progetto sostenute dal partner nel periodo.

Tali linee guida si concretizzano in un vero e proprio manuale di cooperazione tra l’Associazione e il partner esterno.

Una cooperazione fondata su un dialogo frequente e trasparente sotto tutti gli aspetti (educativi, sociali, economici, amministrativi) del progetto educativo, e fondata soprattutto sulla consapevolezza di avere una visione comune: la preoccupazione di essere “genitore” a distanza per la crescita di ogni singolo “figlio” adottivo di cui entrambi (Associazione e partner) si sono fatti carico.

Sostieni un bambino a distanza... e diventi grande anche tu!

Scopri come fare per sostenere un bambino a distanza.

Abbà
Abbà
Abbà
Abbà
Abbà
Abbà